Skip to content

I consumatori comprano la capacità che ha l’azienda di relazionarsi con loro

27 luglio 2009

Credo che molte delle domande delle PMI nei confronti dell’uso dei social media possono convergere in una sola questione “come posso stabilire una relazione con il mio target e come questa relazione può essere proficua per la mia azienda”.

Vendere ha spesso una connotazione negativa, ma il successo di un’azienda si basa ancora sulla crescita del suo fatturato; allora forse in un sistema economico 2.0 il punto diventa “i clienti comprano la capacità che ha l’azienda di relazionarsi con loro”. E la capacità che ha l’azienda di relazionarsi con la propria audience non dipende solo dalla quantità di social network in cui è presente o dalla bontà dell’implementazione tecnologica; non si tratta solo di usare o non usare Facebook, Linkedin e Twitter… Qualsiasi sia l’audience con cui si vuole instaurare un dialogo, qualsiasi sia il motivo per farlo, qualsiasi sia la strategia sociale, il cuore di un programma relazionale è costituito dalle persone e dalle loro motivazioni all’interazione; è quello che si chiama contenuto, quella capacità creativa di dare uno stimolo e ottenere una risposta per stabilire la relazione.

La capacità di creare contenuti rilevanti non è un punto nuovo, ma rimane un punto che gli operatori della comunicazione, aziende e agenzie, spesso dimenticano; gli uni per vendere i propri prodotti gli altri per vendere i propri servizi tecnologici o creativi.

Quando disegniamo un programma di relazione, dedichiamo molto tempo e risorse all’ascolto di quello che le persone esprimono attraverso i social network; sono loro che ispirano i contenuti creativi del dialogo, che poi verrà implementato attraverso gli applicativi e i canali più adatti. Si tratta di adottare una nuova forma di creatività che vede collaborare “agenzia-cliente-consumatori” (un triangolo che affligge gran parte delle agenzie) in forme diversamente infinite e che portano in sé quel “contenuto rilevante” per il cliente. Perdita di paternità creativa? Non lo crediamo proprio, anzi… ecco due esempi che ci appartengono:

Le mamme digitali si raccontano in rete; partendo dal loro ascolto e partecipando alle loro conversazioni, abbiamo individuato gli insight e i driver di conversazione che ci hanno permesso l’elaborazione creativa del personaggio Mr. Baby e delle sue storie animate. Lo abbiamo fatto con la nostra capacità interpretativa e condividendo la nostra creatività con quella delle mamme.

Tracce Mobili è un progetto di ricerca creativa sui vissuti e gli stili di vita contemporanei legati alla scarpa e alla mobilità urbana. Un’analisi del presente per raccogliere evidenze sui vissuti, stili di vita e produrre stimoli ispirativi a supporto dei designer della linea Rossetti ONE. 1.700 immagini di persone che usano la bici. In città tra lavoro, aperitivi e semplici passeggiate; sul web, dalle pagine di Myspace a quelle di Facebook, passando attraverso gli innumerevoli blog dedicati al simbolo della nuova mobilità.

Anzichè focalizzarsi troppo sul prodotto e sull’aspetto tecnologico, questo approccio creativo-relazionale si fonda sull’osservazione e sull’ascolto delle persone; preziosa fonte di ispirazione, come lo è la partecipazione attiva degli individui in rete che permette la condivisione di straordinari contributi.

3 commenti leave one →
  1. 27 luglio 2009 15:14

    COMPLIMENTI!

  2. 28 luglio 2009 10:34

    Si ineffetti è proprio questo il nocciolo della questione e non è sempre facile spiegarlo alle aziende.

Trackbacks

  1. Reputazione Digitale: tema della settimana | LiveNet Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: