Skip to content

Fashion Lovers, Social Media e Fashion PR

28 giugno 2009

La moda nelle conversazioni: i blog, twitter e facebook

Ashia: This is strange! a cool installation from a windows shop at Valentino Boutique.

Hopejane: I should really stop online shopping. But I can’t. I’m on a hunt for some Marc Jacobs… also obsessed with the OTK Prada boots.

Maryokedokey: Tonight i’ll wear my Prada black dress and my Dolce & Gabbana dark red handbag :P”

LargeAmount: I’m on my way to VA till Sunday den I’m goin to tha Gstar party wit Lonnie on tha come back owwww.

Evidenze

Laura: I am an H&M, MiuMiu and Marc Jacobs follower in facebook, and i also follow fashion magazines on twitter. I believe this is an engaging opportunity from companies to their loyal costumers but there is still a lot of work to do from many other companies because i wasn’t able to find some of my favourite brands online.

Lavorare con i social media offre accesso a una larga fascia di consumatori e appassionati di moda che accanto ai media tradizionali costituiscono una fonte di idee e ispirazioni.

Le conversazioni e le opinioni degli utenti su Facebook, MySpace, Twitter e i Blog influenzano le scelte degli altri navigatori e costituiscono l’endorsement che guida le scelte di moda.

I marchi generano significative PR coinvolgendo direttamente i propri acquirenti; CNC, American Apparel, Victoria’s Secret, H&M, Marc Jacobs sono solo alcuni esempi.

Le PR più avanzate già lanciano le collezioni dialogando direttamente con acquirenti e appassionati, mentre prima erano affidate esclusivamente alle recensioni dei media.

4 suggerimenti

E allora che fare? Qualsiasi sia l’obiettivo, sicuramente bisogna approcciare in modo strategico i social media.

1. Monitorare e ascoltare le conversazioni, mettendo in evidenza i “chi” e i “dove”.

2. Identificare i “cosa e come” di cui parlano le persone.

3. Creare un dialogo; non si tratta solo di diffondere un comunicato stampa ma di un costruire una relazione marca-utente-marca e utente-utente.

4. Integrare l’iniziativa su web a quelle sul territorio, che sia un party, una sfliata o un evento retail.

Conclusioni

Rob Brown: Fashion companies that don’t understand the importance of social networks, social media and engaging with consumers on line may suffer as a result.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: